mercoledì 29 ottobre 2008

Chi frequenta i musei scientifici e perché: studio ASTC 2008

I risultati di uno studio internazionale sui visitatori dei musei scientifici sono stati presentati ad ASTC 2008, la conferenza annuale dell'Association of Science-Technology Centers (Philadelphia, 18 al 21 ottobre). Lo studio si basa sulle risposte di oltre 14.000 frequentatori abituali e sostenitori attivi di una cinquantina di musei e science center di 4 nazioni: USA (la maggior parte), Canada, Regno Unito e Australia.

Ecco le principali conclusioni. Chi sono i visitatori:
  • donne (il 73% degli intervistati)
  • genitori di bambini piccoli (66%)
  • adulti senza figli (circa 1/5 degli intervistati)
  • nonni (1/6)
Perché frequentano i musei scientifici:
  • dare opportunità di apprendimento ai propri figli (60%)
  • i loro figli apprezzano le visite (45%)
  • stare insieme alla famiglia (44%)
Questi dati confermano la forte presenza di famiglie con bambini nei musei e ribadiscono la necessità di essere pronti a parlare di scienza anche ai bambini.

I visitatori sostengono attivamente i musei iscrivendosi a mailing list, acquistando abbonamenti o facendo donazioni per:
  • pagare i servizi che ricevono (48%)
  • risparmiare sui costi di accesso (46%)
  • aiutare organizzazioni che si occupano dei bambini (44%)
  • contribuire al miglioramento dei musei (43%)
  • rispondere a richieste di donazioni (2%)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.