lunedì 28 febbraio 2011

Diretta Arianespace del lancio di ATV-2: uno spot pubblicitario

Il 16 febbraio 2011 è stato lanciato ATV-2 Kepler, il veicolo spaziale cargo ESA che porta rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale. Arianespace, la società privata che produce il razzo Ariane utilizzato, ha diffuso immagini e commentato in diretta l'evento.

È stata un copertura deludente e poco spettacolare, con poche immagini del volo e con uno stile da spot pubblicitario. Pubblicità, come ha fatto notare l'esperto di spazio Daniel Fisher, ritrasmessa gratuitamente da NASA TV. Un'ulteriore conferma che l'industria spaziale privata limita la diffusione di informazioni.

Le agenzie spaziali pubbliche imponono una serie di requisiti tecnici ai fornitori privati di veicoli e servizi di lancio. Per garantire un ritorno di immagine a questi ingenti investimenti pubblici, l'ESA potrebbe imporre anche un'adeguata copertura mediatica.

2 commenti:

  1. Ciao Paolo,
    sono Andy, studente di Ing.Spaziale al PoliMI ;-)
    Ti ho "scoperto" per aver trovato sul tuo account flickr, una foto che mi ritrae con un mio amico mentre seguiamo la conferenza di Paolo Nespoli al Poli, nel 2008. Ti ringrazio e spero non ti dispiaccia se l'ho riutilizzata (con tutti i credits del caso) in un mio post, cedendo per una volta al tarlo dell'"io c'ero" ;-)

    Ora ho trovato anche il tuo blog e colgo l'occasione per farti i complimenti, oltre che per gli argomenti trattati, per il taglio molto interessante e mai scontato che riesci a dare!

    Tornando sul tema del tuo post, anch'io ho notato questo triste stile pubblicitario dei lanci di Arianespace :-(

    Più generale mi sembra che ESA non si impegni molto con lo strumento "webcast". Sarà che cerca di privilegiare i filmati Vodcast/YouTube che una volta prodotti sono forse più spendibili anche oltre l'immediato...
    Certo è che le dirette, e in particolare i lanci, non si avvicinano nemmeno lontanamente a quelle americane.

    Mi trovi pienamente d'accordo: se lasciar gestire la diretta ad Arianespace porta a questo risultato (massimo "spot" col minimo sforzo divulgativo e di produzione) sarebbe davvero il caso di porre dei vincoli, per portare il livello a qualcosa di almeno minimamente coinvolgente per il comune internauta.

    IMHO, perfino il lancio del Falcon9 è stato meglio documentato!

    Senza voler sparare sulla croce rossa.. aggiungo (sperando vivamente di essere in errore!) che non sono riuscito a vedere il docking dell'ATV dal sito dell'ESA. Lo stream era assente e il player caricava invano.

    Se non fosse stato solo un problema mio (come sono purtroppo portato a credere) sarebbe veramente triste che a rimandare le immagini di uno degli eventi più importanti "Made in Europe" sia stata solo NasaTV.

    Complimenti ancora per il blog! ;-)
    A rileggerci presto,
    Andy

    RispondiElimina
  2. Benvenuto Andy, grazie delle tue riflessioni. In effetti l'apertura della NASA è ancora insuperata. Paradossalmente c'è molta più sperimentazione nel settore spaziale che nella comunicazione delle attività spaziali.

    La conferenza di Nespoli al PoliMi? Bel ricordo, ma avrai certamente altre occasioni per incontrare il tuo ingegnere preferito e farti fotografare con lui.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.