giovedì 4 giugno 2009

Scomparso Mario Cavedon, l'ultimo pioniere italiano dei planetari

L'1 giugno 2009 si è spento l'astronomo Mario Cavedon (1920-2009). Era conosciuto soprattutto come conferenziere e direttore scientifico del Planetario di Milano, il più grande in Italia, dove lavorò per oltre mezzo secolo. È stato l'ultimo ad andarsene della generazione di pionieri che hanno inventato a Milano lo stile italiano di raccontare l'astronomia nei planetari.

Cavedon si dedicò alla divulgazione anche in altri ambiti, fra cui quello editoriale, come autore di numerosi libri e articoli. Avevo sempre seguito le sue conferenze al Planetario, ma lo conobbi personalmente nel 1983 quando diventò curatore di Destinazione Universo, una collana di divulgazione dell'astronomia per la quale scrissi un libro su Saturno. Mi insegnò molto su come parlare di scienza in forma scritta e sul mondo dell'editoria.

Lo rividi anche in seguito, soprattutto alle riunioni dello staff del Planetario con cui iniziai a collaborare. In una di queste, pochi anni fa, ci mostrò una foto dell'osservatorio Keck ricevuta da una giovane astronoma italiana che vi lavorava. Lo ringraziava per averla ispirata a interessarsi di astronomia con le sue conferenze al Planetario.

3 commenti:

  1. Caro avventuriero planetario,

    condoglianze a nome di tutto lo staff dell'Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta.

    Grazie per questo bel ricordo, Andrea

    RispondiElimina
  2. era da un pò di giorni che pensavo proprio a Lui... chissà perchè poi... e mi son detto fammi vedere su internet dov'è...??? ed ho appreso la notizia che pochi giorni fa ci ha lasciato... lo avevo conosciuto a roma... in una delle Sue tante conferenze... una persona piacevole... simpatica... e disponibile... è stato proprio un suo libro che mi ha avvicinato all'astronomia... "ASTRONOMIA" del 1980...grazie Professore... Lei resterà nei ricordi a me più cari...

    emanuele garofalo

    RispondiElimina
  3. Emanuele, grazie del tuo ricordo.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.