mercoledì 17 dicembre 2008

La diffusione della cultura scientifica non è divulgazione?

Chi si occupa di comunicazione pubblica della scienza descrive spesso questa attività come diffusione della cultura scientifica invece di divulgazione.

La divulgazione evoca la vecchia idea positivista di "scienza popolare" come trasmissione a senso unico del sapere scientifico da una elite di esperti al "volgo". La diffusione cerca invece di coinvolgere la società in un dialogo paritario o un rapporto meno sbilanciato.

Condivido il nuovo stile di comunicazione della diffusione ma non ho molta simpatia per l'espressione che lo indica, non solo per il leggero sapore politicamente corretto. Il dibattito degli ultimi anni che ha portato all'idea di diffusione della cultura scientifica è poco noto ai non addetti ai lavori e questa espressione rischia di essere poco comprensibile, un tecnicismo come quelli che vengono spesso rimproverati agli scienziati. Un'espressione poco divulgativa, direi.

I tempi della scienza popolare sono lontani e il termine divulgazione, ormai universalmente noto, ha perso almeno parte delle implicazioni negative. Preferisco dunque descrivere la mia attività come divulgazione scientifica.

4 commenti:

  1. Non voglio banalizzare la sua riflessione. Penso che semplicemente la divulgazione sia una sottocategoria della diffusione, termine più generico.
    Complimenti per la sua attività di divulgazione scientifica.

    RispondiElimina
  2. Davide: grazie della puntualizzazione.

    RispondiElimina
  3. Caro avventuriero planetario,

    e tanto per mettere la ciliegina sulla torta, se la Divulgazione scientifica è contenuta nella Diffusione di cultura scientifica, questa è un sottoinsieme della Comunicazione della scienza, cha a sua volta è un ambito degli studi su Scienza e società (Science in Society in inglese, notare la preposizione invece della congiunzione). Questo almeno secondo alcune fonti della Commissione europea. Domani, chi lo sa...

    In ritardo, ma bentornato on line Paolo!

    Saluti, Andrea

    RispondiElimina
  4. Andrea: non so se sia l'espressione più corretta, ma sei stato divulgativo.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.