martedì 17 maggio 2011

Le mostre con pannelli e foto hanno ancora senso?

Stai organizzando una mostra su un argomento scientifico con molti pannelli testuali, informazioni e foto interessanti?

Non mi invitare, non verrò alla tua mostra perché non offre nulla di più di un un sito web o un libro, che posso fruire allo stesso modo e più comodamente a casa. Nel XXI secolo devi darmi una buona ragione per attraversare la città. Fammi vivere un'esperienza unica e diversa.

3 commenti:

  1. Magari la presenza di qualche hostess ammiccante potrebbe essere un incentivo!

    A parte gli scherzi, concordo con te.
    Meglio investire in altro, magari un workshop di gruppo o una conferenza con la presenza di un esperto dell'argomento che possa interagire col pubblico.

    RispondiElimina
  2. be', se si tratta solo di appendere immagini a una parete sono d'accordo, ma mi sembra strano che una esposizione scientifica si limiti a quello! Anche se credo non sia facile (o comunque immediato) reperire il materiale che un curatore può allestire in un unico posto (su internet dovresti metterti a cercare, spendendo parecchio tempo).
    Comunque per il resto concordo: se devono essere solo foto, allora che ci sia un bel "contorno" di informazioni o altro... insomma, deve valerne la pena!

    RispondiElimina
  3. Come notate penso che ci voglia qualcosa di più della semplice raccolta di materiale. Se però il materiale non è facile da reperire, e la mostra non ha altro da offrire, lo si può confezionare in un sito o un libro come suggerivo.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.