sabato 13 settembre 2008

Un documentario svelerà gli errori di Voyager sul complottismo Apollo

La puntata del 3 marzo 2008 di Voyager su Rai Due ha dato voce alle tesi complottiste sull'autenticità degli allunaggi Apollo. Per smascherare queste fantasie pseudoscientifiche diffuse con denaro pubblico, Marco Zambianchi, con Davide Andreani, Matteo Negri e altri appassionati di spazio di Forumastronautico.it, sta realizzando un documentario amatoriale, una recensione critica che spiegherà i numerosi e gravi errori del programma.

Il video su Voyager, attualmente in produzione, sarà presentato nel novembre 2008 ad Astronauticon 3, l'incontro annuale di Forumastronautico.it. Verrà poi distribuito liberamente su YouTube e altri canali online per garantirne la massima diffusione. Marco non ha voluto rinunciare al mio talento e ha insistito per affidarmi una parte -- "piccola ma importante", ha assicurato.

Marco, Davide e Matteo hanno fatto nel loro tempo libero ciò che il servizio televisivo pubblico ha trascurato nonostante i mezzi di cui dispone e i doveri di qualità cui è tenuto: un approfondito e rigoroso esame dei fatti e delle fonti.

Questo esperimento di divulgazione è utile per raggiungere il pubblico delle pseudoscienze amplificate dai media. Iniziative simili potrebbero parlare di altre realtà storiche o scientifiche, come l'evoluzione, soggette ad attacchi ideologici o per scopi di lucro.

A parte qualche isolata voce critica sulle pseudoscienze in TV dal mondo culturale, pochi hanno preso posizione sulla superficialità e il cattivo uso di denaro dei contribuenti da parte di Voyager. Assuefazione? Indifferenza?

2 commenti:

  1. Grazie Paolo per aver parlato del nostro lavoro sul tuo blog!
    Speriamo che il prodotto finale sia apprezzabile!
    Una piccola anteprima per i tuoi lettori... (si consideri una versione "beta")
    http://www.forumastronautico.it/flv/play.php?entry=1832.flv

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.