giovedì 21 aprile 2011

L'ammirazione dei russi per i cosmonauti può aiutare a parlare di spazio

Il 12 aprile 2011 si è svolto al Planetario di Milano un evento per il 50° anniversario del volo di Yuri Gagarin. L'incontro, organizzato con la collaborazione della numerosa e attiva comunità russa milanese, ha avuto fra gli ospiti il cosmonauta Yury Usachov. Molti nel pubblico russo hanno voluto conoscere Usachov, farsi fotografare con lui e chiedere un autografo. I bambini hanno seguito con attenzione il suo intervento e gli hanno fatto domande.

In questa occasione, come in un precedente incontro al Planetario con il cosmonauta Sergei Zalyotin organizzato con la collaborazione degli stessi istituti russi di Milano, ho notato la grande ammirazione dei russi per i cosmonauti, un'ammirazione che va oltre l'orgoglio nazionale ed è maggiore di quella di altre comunità. Sarebbe interessante conoscere meglio le ragioni di questo entusiasmo, che forse possono aiutare a parlare di spazio in modo più coinvolgente a un pubblico più vasto.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.