mercoledì 23 dicembre 2009

Una grande azienda addestra i suoi 40.000 dipendenti ai social media: e gli istituti scientifici?

Il colosso australiano delle telecomunicazioni Telsra ha pubblicato una guida all'uso dei social media per i suoi oltre 40.000 dipendenti. Questa guida online insegna come comunicare con il pubblico in modo responsabile, rispettoso e rappresentativo.

Affronta anche questioni delicate, come l'espressione di dissenso per l'azienda dei dipendenti nei loro blog o altri messaggi online. Telsra ritiene che i benefici di questa comunicazione aperta superino i rischi:
While this communications environment has risks for corporate entities and individuals alike, we believe that with the right training and policy support the potential benefits far outweigh the risks.
Altre grandi organizzazioni incoraggiano i propri dipendenti all'uso dei social media, come l'USAF. Non sarebbe ora che ci pensassero anche gli istituti scientifici e gli enti di ricerca, allentando la morsa del controllo centralizzato della comunicazione pubblica e dando più libertà ai loro collaboratori?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.