domenica 14 marzo 2010

L'utente Twitter ESA cede il suo account all'Agenzia Spaziale Europea

Quando nel 2009 l'Agenzia Spaziale Europea ESA iniziò a usare Twitter, si accorse che il nome utente più ovvio, ESA, non era più disponibile. Fu quindi costretta a scegliere un nome più lungo e meno intuitivo, EuroSpaceAgency.

L'account ESA era stato creato alcuni anni prima dall'utente finlandese Esa Alanen. Il suo nome di battesimo è infatti comune in Finlandia.

All'inizio del 2010 l'ESA ha contattato Esa Alanen, che ha ceduto gratuitamente il proprio account Twitter all'agenzia. Per ringraziarlo, nel marzo 2010 L'ESA ha ospitato Esa e la sua famiglia all'European Astronaut Centre di Colonia per una visita VIP.

Questa vicenda si è conclusa positivamente, ma la lezione per gli enti scientifici è chiara. Vista l'importanza crescente dei social media per la comunicazione istituzionale online, crea in anticipo account e registra domini con i nomi della tua organizzazione scientifica o dei progetti principali, anche se non intende servirsene subito.

Se non lo fate voi, lo farà qualcun'altro. E forse cercherà di trarne profitto rivendendo gli account e i domini a caro prezzo, come fanno i cybersquatter.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.