domenica 20 gennaio 2008

The Tech Virtual Museum Workshop: primo bilancio

Nina Simon del blog Museum 2.0 fa un bilancio del primo mese di attività di The Tech Virtual Museum Workshop, un sistema online per la progettazione collaborativa di esposizioni museali. Le sue osservazioni riguardano in particolare lo strumento utilizzato, il mondo virtuale Second Life, e le differenze rispetto allo sviluppo di esposizioni nel mondo reale.

Non ho mai usato Second Life ma ho qualche perplessità. Richiede un considerevole investimento di tempo per l'apprendimento e mi sembra uno strumento che opera a un livello di astrazione troppo basso. Imparare a vestirsi e a camminare eretti nel mondo virtuale, per esempio, sono azioni secondarie rispetto al lavoro di progettazione, una distrazione.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.