venerdì 18 gennaio 2008

Galaxy Zoo: la ricerca scientifica diventa divulgazione

Gli astronomi di Galaxy Zoo hanno presentato al 211° meeting dell'American Astronomical Society un poster che illustra le attività di comunicazione pubblica del team e annuncia uno studio sociologico sui volontari che collaborano al progetto. Galaxy Zoo coinvolge 125.000 "cittadini scienziati" in tutto il mondo, volontari non professionisti, nella classificazione di un milione di galassie.

Il futuro studio, che riguarderà le scienze sociali e non l'astronomia, indagherà le motivazioni del pubblico nel partecipare al progetto. I risultati chiariranno anche se la comunità dei volontari è costituita in prevalenza da appassionati di scienza o da persone senza specifica preparazione scientifica.

Basato sulla collaborazione dei volontari e nato anche come esperimento di comunicazione pubblica della scienza, Galaxy Zoo è un progetto rivoluzionario che trasforma la stessa ricerca in divulgazione.

Inizialmente i volontari erano solo una risorsa essenziale per aiutare gli astronomi nella classificazione delle galassie, ma il successo dell'iniziativa ha superato ogni previsione. Il pubblico si è interessato alle implicazioni scientifiche della ricerca e ora partecipa non solo esaminando i dati, ma anche segnalando anomalie o casi interessanti e assistendo al processo di analisi e interpretazione, ai progressi e agli errori degli scienziati.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.