giovedì 6 agosto 2009

La NASA può parlare di spazio raccontando storie

Continua il dibattito fra esperti di spazio e operatori del settore su come la NASA possa stimolare l'interesse del pubblico. Ryan Anderson suggerisce una filosofia narrativa basata sul racconto di storie per la comunicazione dell'agenzia spaziale.

Come nelle narrazioni letterarie, in queste storie personaggi coinvolgenti perseguono obiettivi precisi attraversando difficoltà e conflitti che causano frustrazione. I personaggi possono per esempio essere astronauti, scienziati o ingegneri.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.