sabato 2 giugno 2007

Dai massima diffusione alle modalità di partecipazione a eventi scientifici

I giornali sono mezzi efficaci per annunciare iniziative di divulgazione scientifica come conferenze e incontri. Ma spesso forniscono informazioni inesatte o parziali per le quali il pubblico protesta.

Per evitare contestazioni assicurati che vengano spiegate chiaramente le modalità di partecipazione sia su siti web e programmi ufficiali, sia a chi contatta l'organizzazione per chiedere chiarimenti o prenotare. Mostra poi gli annunci ufficiali dell'evento a chi segnala inesattezze o protesta.

Il pubblico si lamenta di questi problemi -- si sfoga? -- con l'organizzazione anche se l'errore viene commesso dalla stampa, sulla quale hai un controllo limitato. Tenere a portata di mano volantini e programmi con le informazioni corrette servirà a mostrare la tua buona fede e diligenza.

Le informazioni errate più comuni negli annunci di manifestazioni scientifiche e culturali pubblicati dalla stampa riguardano:
  • l'orario di inizio
  • la necessità o meno di prenotare
  • il costo di partecipazione (aspettati che un evento a pagamento venga indicato come gratuito o viceversa)
  • numeri di telefono e indirizzi di siti web

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.