mercoledì 4 luglio 2007

I musei scientifici incoraggiano i nuovi ricercatori

Agli studenti che seguono le mie lezioni e visite guidate al Museo Astronomico di Brera chiedo spesso se pensano di intraprendere studi scientifici. In genere 1 su 10 risponde sì. Mi piace pensare di contribuire almeno in parte a suscitare o alimentare quell'interesse.

Non dimentichiamo che i musei e i luoghi scientifici, oltre che informare e intrattenere il pubblico, possono svolgere un ruolo importante nell'ispirare i futuri ricercatori.

L'amico e collega Mauro Arpino del Planetario di Milano mi ricorda l'efficace attività del Palais de la découverte di Parigi. Il 56% degli scienziati parigini di più di 30 anni, e il 41% di quelli di meno di 30, dichiarano che il Palais ha avuto un ruolo nella loro vocazione scientifica.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e richiedono l'approvazione di Paolo Amoroso prima della pubblicazione. Paolo si riserva di rifiutare quelli contenenti spam, insulti, farneticazioni pseudoscientifiche, o che non sono appropriati secondo il suo insindacabile giudizio. Inviando il commento ti assumi la responsabilità del suo contenuto. Dopo la pubblicazione del commento Paolo non accetterà richieste di cancellazione.