lunedì 29 settembre 2008

Parlare di spazio con i dati: applicazioni e tendenze

La pubblicazione integrale o di buona parte dei dati di missioni spaziali o ricerche astronomiche, prevalentemente immagini, sta diventando uno strumento sempre più importante per raccontare imprese scientifiche. Se ne è parlato in due recenti convegni: EPSC 2008 (European Planetary Science Congress), svoltosi a Münster (Germania) dal 21 al 26 settembre 2008, e .Astronomy (Conference on Networked Astronomy and the New Media), dal 22 al 24 settembre 2008 a Cardiff, UK.

Riferisce su Europlanet 2008 Doug Ellison, fondatore dell'influente forum online Unmanned Spaceflight.com, che ha tenuto un intervento sul valore dell'attività informativa e divulgativa degli appassionati di elaborazione di immagini spaziali.

Chris Lintott riassume l'intervento a .Astronomy di Emily Lakdawalla della Planetary Society, che ha parlato delle opportunità per il pubblico di condurre analisi di interesse scientifico di immagini di missioni spaziali.

sabato 27 settembre 2008

Spazio e astronomia su Twitter

Ariel Waldman ha compilato una lista di presenze di astronautica e astronomia su Twitter. Include oltre un centinaio di feed di agenzie spaziali, esperti, giornalisti e divulgatori, missioni spaziali, centri di ricerca e istituzioni educative. Waldman è program coordinator di NASA CoLab, che svolge attività di consulenza per incoraggiare la collaborazione fra l'agenzia spaziale e il pubblico.

giovedì 25 settembre 2008

Trent'anni di passione per l'astronomia: una rivoluzione nelle risorse divulgative

In questi mesi raggiungo un significativo traguardo personale. Trent'anni fa, alla fine del 1978, il mio interesse per l'astronomia si trasformò in una passione che continua ancora oggi.

Per tenermi aggiornato iniziai a cercare riviste di astronomia nelle edicole di Milano, ma sembrava che non le avesse nessuno. Una volta un edicolante mi porse una rivista intitolata Astrolabio, come l'antico strumento astronomico.

Il mio entusiasmo durò il tempo di rendermi conto che si trattava di una rivista sindacale. Se questa era la situazione in una grande città italiana, puoi immaginare in un centro minore.

In quegli anni i libri erano il principale strumento di apprendimento dell'astronomia Per tenersi informati si ricorreva a contatti personali con altri appassionati, si leggevano i bollettini ciclostilati dei gruppi di astrofili e si scrivevano lettere con carta e penna (sic).

Cosa è cambiato? Internet ha fornito nuovi strumenti di comunicazione, moltiplicato enormemente le risorse informative e dato accesso a fonti originali. Oggi in Italia ci sono riviste di divulgazione dell'astronomia, ma la rivoluzione della rete le sta rendendo obsolete.

martedì 23 settembre 2008

Corso di comunicazione scientifica per funzionari pubblici

Funzionari dei parlamenti di 13 nazioni seguiranno un workshop di comunicazione scientifica dal 22 al 26 settembre 2008.

I partecipanti impareranno a informare i parlamentari sugli aspetti scientifici delle questioni di cui si occupano nell'attività legislativa. L'iniziativa favorirà inoltre la comunicazione fra scienziati e legislatori e orienterà l'attività decisionale su criteri di valutazione scientifici per temi come la salute, l'agricoltura e l'ambiente

Il workshop non si svolgerà in America, e i partecipanti non vengono da nazioni europee. Avrà invece luogo a Kampala, in Uganda, e i funzionari rappresentano nazioni africane: Botswana, Costa d'Avorio, Ghana, Kenya, Malawi, Namibia, Nigeria, Somaliland, Sud Africa, Swaziland, Tanzania, Uganda e Zambia (segnalato da Africa News Service).

domenica 21 settembre 2008

Museum 2.0 Living Archive: un wiki per guidare i nuovi lettori

Nina Simon del blog Museum 2.0 ha annunciato Museum 2.0 Living Archive, un wiki per orientare i nuovi lettori e ricevere feedback. In questo spazio collaborativo i lettori sono invitati a creare guide ai post più interessanti, rivolte ai nuovi utenti che non conoscono il vasto archivio del blog, e suggerire nuovi argomenti.

Il blog Museum 2.0 si occupa di come applicare le idee del Web 2.0 all'organizzazione dei musei e alla progettazione delle esposizioni.

venerdì 19 settembre 2008

Il candidato presidenziale USA McCain: stupidi planetari

Il candidato McCain alle elezioni presidenziali USA 2008 ha detto a proposito del rivale in un'intervista (segnalato dal blog Cosmic Variance):
And when you look at some of the planetariums and other foolishness that he [Obama] asked for, he shouldn’t be saying anything about Governor Palin.
Si riferisce a una richiesta di Obama di 3 milioni di $ per sostituire il proiettore del prestigioso Adler Planetarium di Chicago, vecchio di 40 anni e di difficile manutenzione per la scarsità di parti di ricambio.

No, non voglio farti notare le implicazioni sul valore culturale dei planetari. E nemmeno che McCain non ha idea dei costi di gestione di un grande planetario. Sostituire il proiettore del Planetario di Milano, installato 40 anni fa e con gli stessi problemi di manutenzione, costerebbe 10-15 milioni di Euro. 3 milioni di $ sono pochi spiccioli.

Vorrei invece farti notare che i planetari sono un tema del dibattito elettorale USA.

mercoledì 17 settembre 2008

Non sempre un ospite prestigioso sa anche comunicare

Importanti esponenti del mondo scientifico vengono a volte invitati a parlare a eventi di divulgazione per la loro notorietà anche se sono oratori noiosi. Ma non sempre chi ha competenza di ricerca o incarichi di rilievo in istituti scientifici è anche in grado di comunicare efficacemente e piacevolmente.

Senza rapporti personali diretti non è facile capire chi riesce a parlare senza fare addormentare (ma la disattenzione ha anche cause fisiologiche o ambientali). Se non puoi conoscere o incontrare l'ospita prima di un evento che organizzi, ecco alcuni consigli per farti un'opinione di un possibile oratore:
  • guarda su YouTube eventuali video di sue conferenze o interviste
  • ascolta podcast o registrazioni audio
  • parlagli al telefono
  • chiedi le opinioni degli organizzatori di manifestazioni a cui ha partecipato
  • cerca con Google i commenti del suo pubblico

lunedì 15 settembre 2008

La NASA invita gli studenti a suggerire strategie di branding

Il concorso NASA Means Business Student Competition 2009 chiede agli studenti di progettare una strategia per fare conoscere i contributi all'esplorazione spaziale e alla vita quotidiana di Constellation, il programma per i futuri sistemi spaziali per missioni lunari e oltre (segnalato da collectSPACE).

La NASA conduce una estesa attività educativa per scuole e università che riguarda prevalentemente le discipline scientifiche e ingegneristiche. Questo concorso coinvolge invece gli studenti in iniziative di comunicazione su progetti scientifici e tecnologici.

sabato 13 settembre 2008

Un documentario svelerà gli errori di Voyager sul complottismo Apollo

La puntata del 3 marzo 2008 di Voyager su Rai Due ha dato voce alle tesi complottiste sull'autenticità degli allunaggi Apollo. Per smascherare queste fantasie pseudoscientifiche diffuse con denaro pubblico, Marco Zambianchi, con Davide Andreani, Matteo Negri e altri appassionati di spazio di Forumastronautico.it, sta realizzando un documentario amatoriale, una recensione critica che spiegherà i numerosi e gravi errori del programma.

Il video su Voyager, attualmente in produzione, sarà presentato nel novembre 2008 ad Astronauticon 3, l'incontro annuale di Forumastronautico.it. Verrà poi distribuito liberamente su YouTube e altri canali online per garantirne la massima diffusione. Marco non ha voluto rinunciare al mio talento e ha insistito per affidarmi una parte -- "piccola ma importante", ha assicurato.

Marco, Davide e Matteo hanno fatto nel loro tempo libero ciò che il servizio televisivo pubblico ha trascurato nonostante i mezzi di cui dispone e i doveri di qualità cui è tenuto: un approfondito e rigoroso esame dei fatti e delle fonti.

Questo esperimento di divulgazione è utile per raggiungere il pubblico delle pseudoscienze amplificate dai media. Iniziative simili potrebbero parlare di altre realtà storiche o scientifiche, come l'evoluzione, soggette ad attacchi ideologici o per scopi di lucro.

A parte qualche isolata voce critica sulle pseudoscienze in TV dal mondo culturale, pochi hanno preso posizione sulla superficialità e il cattivo uso di denaro dei contribuenti da parte di Voyager. Assuefazione? Indifferenza?

giovedì 11 settembre 2008

Il CERN inizia a usare Twitter

Come altri importanti enti di ricerca e progetti scientifici, anche il CERN ha attivato una presenza ufficiale Twitter (segnalato da Astronomyblog). Le informazioni che diffonde non sono però come immaginavo.

Con alcune migliaia di utenti che lo seguono, il feed Twitter del CERN è ancora lontano dal successo di MarsPhoenix della NASA che ne ha un ordine di grandezza di più. Visto il clamore mediatico su LHC mi aspettavo più interesse. Ma il feed è stato attivato solo un mese fa, il 7 agosto 2008, ed è ancora poco conosciuto e poco usato dal CERN.

martedì 9 settembre 2008

Adam Savage: come migliorare l'insegnamento delle scienze in USA

Adam Savage ha tre proposte per migliorare l'insegnamento delle scienze negli Stati Uniti, attualmente condizionato dai test standardizzati per cui le scuole sono costrette a ottimizzare la didattica:
  • coinvolgere gli studenti in esperimenti e dimostrazioni dirette
  • maggiori risorse, specialmente per attrezzature e materiali sperimentali
  • celebrare gli errori, gli insuccessi e i passi falsi della scienza per spiegarne il metodo
Mi sembra particolarmente interessante la terza proposta, a cui può contribuire l'insegnamento della storia della scienza.

Savage è uno dei conduttori del popolare programma TV MythBusters di Discovery Channel, che indaga miti e leggende metropolitane per verificarne la fondatezza. Il programma è apprezzato dagli insegnanti perché mostra in azione molti strumenti concettuali del metodo scientifico.

venerdì 5 settembre 2008

Tre nomination Twitties 2008 per NASA Phoenix su Twitter

MarsPhoenix, la presenza Twitter della missione NASA Phoenix, ha ricevuto tre nomination per the twitties 2008, un premio per i migliori messaggi Twitter. È finalista nelle categorie Smartest Tweet, Informative Tweet e Breaking News/Journalism/Media Tweet. Le votazioni si chiuderanno il 12 settembre 2008.

Questo riconoscimento rafforza il successo di MarsPhoenix. La comunicazione pubblica su una missione spaziale scientifica arriva dunque in finale insieme con argomenti più popolari e leggeri, scelti da un pubblico vasto e non specializzato.

mercoledì 3 settembre 2008

300 post di Avventure Planetarie: un grazie agli amici del blog

Questo è il 300° post del blog Avventure Planetarie, che ho iniziato a scrivere il 27 dicembre 2006. Ho raggiunto il 100° il 6 luglio 2007.

Per celebrare questo traguardo ho pensato di ringraziare in particolare gli autori dei blog, per la maggior parte di argomento scientifico, che hanno aggiunto Avventure Planetarie ai loro blogroll o che hanno feed con link ai miei post recenti. Ti invito a visitarli:
Ho dimenticato qualcuno?

Un grazie a questi blogger, e a te che mi segui regolarmente.

lunedì 1 settembre 2008

Mars Webcam: da sensore telemetrico a strumento di comunicazione pubblica

Il team della missione spaziale europea Mars Express ha pubblicato il documento From Monitoring Camera to Mars Webcam - Producing Outreach from Ops, che parla della decisione di riattivare la fotocamera ingegneristica VMC per attività di public outreach (segnalato da Unmanned Spaceflight.com).

È particolarmente interessante una motivazione per la pubblicazione delle immagini di Mars Webcam: la necessità di mantenere viva l'attenzione nonostante la mancanza di novità, scoperte clamorose e dati spettacolari nelle operazioni di routine della sonda. Dal documento:
It is hoped that this constantly changing view from a spacecraft around another planet will provide a huge draw to the general public. The aim is to improve the awareness for routine operations where science results are impressive but operations run on the principle of 'no news is good news'.